Cestino quadrato “Bice”

Cestino quadrato all’uncinetto “BICE”

realizzato da Silvia Torcolacci

Se vuoi scaricare la spiegazione, completa di foto ed in formato .pdf, clicca su “scarica”

Occorrente:
• Fettuccia color Prugna (Lanificio Di Lorenzo)
• Filato rosa con filo lamè argento (acquistato alla Fiera di Cesena il 18/01/20)
• Uncinetto n. 5 della Prym
• Uncinetto n. 6 della Prym
• Spilla da balia o ferma punti
• Ago da lana
• Piccola forbice
Punti impiegati:
• Catenella
• Punto basso
• Punto canestro
• Diminuzione: inserire l’uncinetto nella costa davanti di entrambi i due punti successivi, gettare il filo e lavorare il punto basso come al solito chiudendo entrambe le maglie insieme.
• Aumento: lavorare due punti nella stessa maglia del giro precedente.
Dimensioni del cestino:
• Lato quadrato cm. 10,00
• Altezza cm. 9,00

Il lavoro si esegue procedendo in una spirale continua senza chiudere ogni giro. Per facilitare l’esecuzione, utilizzare il marcapunti nella 1° maglia di ogni giro e spostarlo durante la lavorazione.
Con l’uncinetto n. 6, la fettuccia di colore prugna e il filato di colore rosa, avviare un anello magico.
1° giro: all’interno dell’anello eseguire 1 cat. (non contare come 1° m. bassa) e 8 m. basse e chiudere con chiusura invisibile [8 m. basse]
2° giro: “1 m. bassa, nella successiva lavorare 1 m. bassa, 1 ½ m.alta e 1 m. b.” ripetere per 4 volte. Nella mezza m. alta mettere il marcapunti [16 m. basse]
3° giro: “2 m. basse, nella mezza m. alta del giro precedente lavorare 1 m. bassa, 1 ½ m. alta e 1 m. bassa, poi 3 m. basse” ripetere fino alla fine del giro. Mettere sempre il marcapunti nella mezza m. alta. [24 m. basse]
4°- 9° giro: negli angoli ove è posto il marcapunti lavorare sempre “1 m. bassa, 1 ½ m. alta e 1 m. bassa”, mentre nelle altre maglie lavorare sempre 1 m. bassa in ogni maglia sottostante del giro precedente. Chiudere sempre con la chiusura invisibile. Proseguire con tale lavorazione sino ad ottenere un lato del quadrato pari a cm. 10 che nel mio caso corrispondono a 72 m.
10° giro: lavorare a m.bassa in costa retro. Lasciare sempre i marcapunti negli angoli.
11° giro e seguenti: lavorare a punto canestro in ogni maglia sottostante senza effettuare aumenti o diminuzioni, fino a raggiungere l’altezza desiderata che nel mio caso è di 7 cm.
Negli angoli lavorare il punto canestro in costa retro e questo permetterà di evidenziare l’angolo del quadrato.

Penultimo giro: a m. bassa e a metà dei due lati del quadrato, uno di fronte all’altro, eseguire 6 catenelle e saltare 5 maglie del giro precedente. Nella 6° maglia lavorare a m. bassa e così sino al lato opposto ove si ripeteranno le 6 catenelle, il salto delle 5 maglie e nella 6° di nuovo lavorare a m. bassa sino al termine. Chiudere con la chiusura invisibile.
Ultimo giro: lavorare a m. bassa sulle maglie del giro precedente senza effettuare aumenti e/o diminuzioni, lavorando la maglia bassa sopra le catenelle.
Chiudere con chiusura invisibile, tagliare il filo e nascondere la codina all’interno del lavoro.
Avremo un’altezza complessiva di cm. 9.

Questo schema è stato ideato da Silvia Torcolacci, è gratuito e se ne consente la diffusione per uso personale. E’ vietata la vendita. Chi volesse pubblicarlo sul proprio blog è autorizzato a farlo purché ne citi la fonte: www.animamanoanimamente.it .